Argomenti attiviMessaggi non lettiMessaggi recentiI tuoi messaggi
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 2 giu 2020, 13:26 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 10614
Località: München - Deutschland
Ho visto la notizia che Honda ha depositato il brevetto per una specie di frizione assistita da un attuatore. Qualcuno ne sa niente?
(Qui la notizia, ma solo in tedesco: https://youtu.be/cOot2AgkzwI?t=477 )

Da quello che ho capito, c'é un motorino elettrico che stacca/attacca la frizione sulla base delle informazioni ricevute da un computerino. Se ho capito bene, questo dovrebbe realizzare una specie di frizione centrifuga tipo quella della americana Rekluse.
In più c'é una valvola elettro-magnetica che disabilità completamente la parte di circuito dell'olio che va all'attuatore in caso di mancanza di corrente o problemi alla batteria.

Interessante, specie negli stop-and-go cittadini. Maggiori info?

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 0:19 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 10614
Località: München - Deutschland
Immagine
Motociclismo illustra il nuovo "DCT dei poveri". Qui maggiori info: https://www.motociclismo.it/honda-breve ... tico-76533
Loro dicono che la leva della frizione non c'é proprio...

Comunque è tutta roba che si poteva fare già 20-25 anni fa.

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 8:08 
Avatar utente
Utente -> Connesso

Messaggi: 13828
Località: Narzole
MV ha fatto scuola...

_________________
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile
C'è gente che ha il culo di paglia e vuole fare scorregge di fuoco
Articolo 21 costituzione italiana, la più bella del mondo


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 10:13 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 10614
Località: München - Deutschland
Cosa aveva fatto MV?

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 11:27 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 1908
Località: Valmadrera (lc)
scuola

_________________
hei vuman, go tu de fornell
" ... non e' molle, e' tenero..." Luca Yaya, 22 Febbraio 2014


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 11:36 
Avatar utente
Utente -> Connesso

Messaggi: 13828
Località: Narzole
frenostanco ha scritto:
Cosa aveva fatto MV?

SCS . Studiata con Rekluse in abbinamento al cambio up&down. Mai provata ma sulla carta una figata.

_________________
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile
C'è gente che ha il culo di paglia e vuole fare scorregge di fuoco
Articolo 21 costituzione italiana, la più bella del mondo


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 11:36 
Avatar utente
Utente -> Connesso

Messaggi: 13828
Località: Narzole
beppe_24s ha scritto:
scuola

:roll :roll

_________________
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile
C'è gente che ha il culo di paglia e vuole fare scorregge di fuoco
Articolo 21 costituzione italiana, la più bella del mondo


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 12:23 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 10614
Località: München - Deutschland
La SCS di Agusta è veramente geniale. Da quello che vedo volendo si può continuare ad usare la leva della frizione in modo tradizionale, mentre sul sistema di Honda la leva sembrerebbe assente (???).

Il sistema dei jap però sembrerebbe più economico: si applicherebbe su moto tradizionali senza toccare nulla. Mentre quelo di Agusta richiede una frizione progettata ad hoc.

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 12:29 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 9364
Località: chiasso-svizzera
Il sistema SCS di MV è praticamente (in termini di uso) un Quick Shift +frizione Rekluse: provato su una Turismo veloce, ...possono tranquillamente tenerselo.
Se proprio deve essere, DCT Honda tutta la vita. Certo è più costoso e più pesante...

_________________
gs 1250 adv, v85tt
Io continuo a comperare le moto che mi piacciono, spero non si rompano.


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 13:08 
Avatar utente
Utente -> Connesso

Messaggi: 13828
Località: Narzole
ch-zep ha scritto:
Il sistema SCS di MV è praticamente (in termini di uso) un Quick Shift +frizione Rekluse: provato su una Turismo veloce, ...possono tranquillamente tenerselo.
Se proprio deve essere, DCT Honda tutta la vita. Certo è più costoso e più pesante...

Non fare il timido...se hai voglia mi racconti cosa non ti è piaciuto del SCS? Sono curioso.
Ho sentito due conce MV e anche loro mi dicevano che non è il massimo, pur lodando l'idea, ma all'atto pratico mi dicevano che non è tutta sta meraviglia, ma non siamo entrati nei particolari.
A te in cosa non è piaciuta?

_________________
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile
C'è gente che ha il culo di paglia e vuole fare scorregge di fuoco
Articolo 21 costituzione italiana, la più bella del mondo


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 16:46 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 9364
Località: chiasso-svizzera
Il solito funzionamento ...incerto delle cose poco collaudate, l'apprendistato un po' lungo per capire come funziona e soprattutto il sistema Rekluse che anche nel mondo del fuoristrada (per il quale è stato creato) non è stato particolarmente apprezzato. Detto in maniera un po' spiccia, un inutile orpello.

_________________
gs 1250 adv, v85tt
Io continuo a comperare le moto che mi piacciono, spero non si rompano.


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 20:41 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 10614
Località: München - Deutschland
Il sistema ideale per me sarebbe quello di un cambio automatico per la guida in città, ed al contempo un cambio con palette al manubrio con annessa leva tradizionale per sfrizionare.
Insomma, una DCT con la frizione, ovvero un variatore con le marce, ovvero... un frankenstein.

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 21:03 
Avatar utente
Utente -> Connesso

Messaggi: 13828
Località: Narzole
Per me l'ideale è DCT... Dopo averlo provato per 1000km non saprei pensare qualcosa di più efficiente e comodo.

Inviato dal mio GM1900 utilizzando Tapatalk

_________________
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile
C'è gente che ha il culo di paglia e vuole fare scorregge di fuoco
Articolo 21 costituzione italiana, la più bella del mondo


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 21:06 
Avatar utente
Utente -> Connesso

Messaggi: 13828
Località: Narzole
ch-zep ha scritto:
Il solito funzionamento ...incerto delle cose poco collaudate, l'apprendistato un po' lungo per capire come funziona e soprattutto il sistema Rekluse che anche nel mondo del fuoristrada (per il quale è stato creato) non è stato particolarmente apprezzato. Detto in maniera un po' spiccia, un inutile orpello.
Grazie Giuseppe. Più o meno quello che mi avevano detto.
Ma se lo dici tu ci credo.
La turismo veloce però rimane un mio sogno...la comprerò per metterla in soggiorno...

Inviato dal mio GM1900 utilizzando Tapatalk

_________________
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile
C'è gente che ha il culo di paglia e vuole fare scorregge di fuoco
Articolo 21 costituzione italiana, la più bella del mondo


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 21:54 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 10608
Località: Terra Sabina
YaYaLuca ha scritto:
ch-zep ha scritto:
Il solito funzionamento ...incerto delle cose poco collaudate, l'apprendistato un po' lungo per capire come funziona e soprattutto il sistema Rekluse che anche nel mondo del fuoristrada (per il quale è stato creato) non è stato particolarmente apprezzato. Detto in maniera un po' spiccia, un inutile orpello.
Grazie Giuseppe. Più o meno quello che mi avevano detto.
Ma se lo dici tu ci credo.
La turismo veloce però rimane un mio sogno...la comprerò per metterla in soggiorno...

Inviato dal mio GM1900 utilizzando Tapatalk


Dopo la separazione sei sicuro che avrai ancora un soggiorno???

_________________
"40 Molinari, 40 porchettari e 40 osti, so 120 ladri giusti giusti".
"Se il vino non lo reggi, l' uva mangiala a chicchi"
3tre1quattro0042sessanta, mai ore pasti.


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 22:21 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 15077
Località: montecosaro scalo
Se ti muovevo al momento giusto potevi prendere una MV con lenny sopra e metterli entrambi in soggiorno.
Quoto il ragionamento sul dct è una figata pazzesca così di una leva per sfrizionare...non ne ho mai sentito il bisogno...anche perché a che serve?

_________________
l'importante e' andare in moto
Islandainmoto.it


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 22:48 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 10614
Località: München - Deutschland
guzzienduromassimo ha scritto:
Quoto il ragionamento sul dct è una figata pazzesca così di una leva per sfrizionare...non ne ho mai sentito il bisogno...anche perché a che serve?

In certe situazioni il dosaggio della potenza dato dalla leva della frizione è insostituibile. Specialmente in off quando hai la ruota dietro bloccata da una grossa radice sporgente (oppure un sasso inchiodato al terreno, e devi far "aggrappare" il pneumatico con il massimo della dolcezza per suoperare l'ostacolo senza scodare. E' una operazione impossibile sia con la Rekluse che con il DCT (ci sono i filmati sul tubo).

Un'altra situazione: strada sassosa (con sassi grossetti) e devi continuamente regolare la potenza. Con la frizione stacchi e riattacchi la potenza ad intermittenza non appena senti la perdita d'aderenza, con un DCT e/o con la Rekluse è impossibile.

Altra situazione urbana (esperienza personale): manubrio tutto in battuta a sx oppure a dx e devi fare inversione. Motore sui 2000-3000 giri e dosi la potenza con fulminei attacchi e riattacchi della frizione, così la moto non ti si sdraia cadendo all'interno della curva d'inversione. Anche qui, operazione impossibile col DCT e/o la Rekluse, anche faccendo "blipping" con l'accelleratore, (come dicono gli americani).

In altre parole, quando si va sul "tecnico" nulla batte la vecchia leva della frizione. Per tutto il resto, sia il DCT, che la Rekluse, come pure l'SCS sono una cannonata. Di una comodità pazzesca.
:smoke01

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 3 giu 2020, 22:57 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 10614
Località: München - Deutschland
A latere: io vedo questi aggeggi solo in chiave urbana. Ho sempre vissuto in grosse città sopra il milione di abitanti ed ho sempre usato la moto moltissimo nella jungla cittadina. Per questo riesco a coglierne gli infiniti pregi in tale contesto.
In ambito extra-urbano trovo invece questa ferraglia (insieme al quick-shifter) molto meno utile. Anzi, francamente superflua: con un 1200cc ho messo la quinta uscendo dal ring di Monaco e l'ho tolta solo arrivato a Garmisch-Partenkirchen.

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 4 giu 2020, 0:16 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 15077
Località: montecosaro scalo
Il dct migliora non è sempre lui. Le situazioni citate eranobuna cosa sulla at 2016 erano in altra nel 2018 e ora è cambiato ancora...poi in off dove ha senso andare con una at...non ci sono né sassi ne radici..per esempio sulla 790 in passaggi tecnici usavo la frizione con il GS 800 in prima mai perché puoi fare i tornanti col piede in terra e non si spegne... concordo tuttavia che a me basta e avanza ancora un cambio tradizionale

_________________
l'importante e' andare in moto
Islandainmoto.it


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 4 giu 2020, 18:00 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 9364
Località: chiasso-svizzera
In chiave esclusivamente urbana uno scooter per praticità non si batte, secondo me.

@YaYa: anche per me le forme della Turismo Veloce sono un capolavoro!

_________________
gs 1250 adv, v85tt
Io continuo a comperare le moto che mi piacciono, spero non si rompano.


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 4 giu 2020, 20:44 
Avatar utente
Utente -> Connesso

Messaggi: 13828
Località: Narzole
CorazzataPotemkin ha scritto:
YaYaLuca ha scritto:
ch-zep ha scritto:
Il solito funzionamento ...incerto delle cose poco collaudate, l'apprendistato un po' lungo per capire come funziona e soprattutto il sistema Rekluse che anche nel mondo del fuoristrada (per il quale è stato creato) non è stato particolarmente apprezzato. Detto in maniera un po' spiccia, un inutile orpello.
Grazie Giuseppe. Più o meno quello che mi avevano detto.
Ma se lo dici tu ci credo.
La turismo veloce però rimane un mio sogno...la comprerò per metterla in soggiorno...

Inviato dal mio GM1900 utilizzando Tapatalk


Dopo la separazione sei sicuro che avrai ancora un soggiorno???
Sono stato a casa tua. Ci dovremmo stare...

Inviato dal mio GM1900 utilizzando Tapatalk

_________________
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile
C'è gente che ha il culo di paglia e vuole fare scorregge di fuoco
Articolo 21 costituzione italiana, la più bella del mondo


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 4 giu 2020, 20:47 
Avatar utente
Utente -> Connesso

Messaggi: 13828
Località: Narzole
ch-zep ha scritto:
In chiave esclusivamente urbana uno scooter per praticità non si batte, secondo me.


Quotone.... E anche se a malincuore, in alcuni casi penso che sia la soluzione migliore anche non solo in uso urbano..

Inviato dal mio GM1900 utilizzando Tapatalk

_________________
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile
C'è gente che ha il culo di paglia e vuole fare scorregge di fuoco
Articolo 21 costituzione italiana, la più bella del mondo


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 4 giu 2020, 21:02 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 10614
Località: München - Deutschland
YaYaLuca ha scritto:
ch-zep ha scritto:
In chiave esclusivamente urbana uno scooter per praticità non si batte, secondo me.


Quotone.... E anche se a malincuore, in alcuni casi penso che sia la soluzione migliore anche non solo in uso urbano..

Lo penso anche io. Ad esempio per trasportare gelati. :roll :inside

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 6 giu 2020, 14:33 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 9364
Località: chiasso-svizzera
Freno, con gli scooter hanno fatto anche la HAT...

_________________
gs 1250 adv, v85tt
Io continuo a comperare le moto che mi piacciono, spero non si rompano.


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il DCT dei poveri di Honda
MessaggioInviato: 6 giu 2020, 20:35 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 6162
Località: 88 \\ | DC | // 88
bene anche per questa innovazione tecnica però ma mi aspetterei qualcosa in più anche in ambito sospensioni, sia posteriore che sopratutto anteriore che non un altra variazione sul tema cambio; detto questo cambiando argomento, da un punto di vista prettamente tecnico, cioé ignorando applicazioni extra moto, ritengo molto più degna di nota l'innovazione tecnica Piaggio, ancora una volta prima di tutti gli altri, anche se Yamaha ha perfezionato in quel settore ciò che aveva inventato ed avrebbe dovuto perfezionare Piaggio.

_________________
Cita:
"In quarantena si é contesi tra paura e meraviglia.
La scelta farà la differenza"

Igor Sibaldi, La Stampa - aprile 2020


 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Argomenti attiviMessaggi non lettiMessaggi recentiI tuoi messaggi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: ZERPONIO e 16 ospiti

Traduzione Italiana phpBB.it FORUM by BENCIO Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group