Argomenti attiviMessaggi non lettiMessaggi recentiI tuoi messaggi
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2533 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 89, 90, 91, 92, 93, 94, 95 ... 102  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 22 mar 2019, 18:15 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 11131
Località: München - Deutschland
Bicilindrico parallelo per la tuareg? Mmmmh... la cosa si fa intrigante.

@leo
Sto scrivendo, ma non aspettatevi un elogio servile, eh?
(Poi provo a metterlo anche su AG, vedrai come mi crocifiggono, ah ah ah!)

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 22 mar 2019, 18:26 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 15652
Località: montecosaro scalo
Per fortuna qui nessuno lavora per nessuna casa motociclistica quindi un elogio servile?
sara' un parere come un altro ognuno dice e scrive quel che gli passa per la testa.
poi si puo' essere d'accordo o meno con un paio di note. io in in 300 km circa che ho fatto mi sono fatto un idea..ma lungi da me da aver capito realmente come va' mi servono molti altri km.
uno dovrebbe poi sgombrare la mente da quello che ci piace e ragionare in maniera asettica sui fatti cosa non facile per nessuno alla fine per questo sono pareri personali anche quelli delle riviste.

_________________
l'importante e' andare in moto
Islandainmoto.it


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 22 mar 2019, 19:11 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 9778
Località: chiasso-svizzera
frenostanco ha scritto:
Bicilindrico parallelo per la tuareg? Mmmmh... la cosa si fa intrigante.

@leo
Sto scrivendo, ma non aspettatevi un elogio servile, eh?
(Poi provo a metterlo anche su AG, vedrai come mi crocifiggono, ah ah ah!)


Freno, su AG, a parte qualche "duro e puro" che difende anche V9 e roba simile, sono assai più critici che altrove. Poi magari criticano la rondella del cavalletto della V xyz recuperata dalla stessa catena di montaggio del vecchio California del 1999 bicolore ma solo su ordinazione...però spesso ci azzeccano.
Scrivi tranquillamente quello che pensi, non ti crocefiggerà nessuno.

L'ho provata brevemente la V85tt: una buona moto globalmente, ne più ne meno. Per me ha dei pregi come la finitura di ottimo livello e un buon equilibrio generale, non le manca niente per essere una 850 (vietato paragonarla a una 1200-1250-1290) da 11900€. Mi spingo a fare un grande complimento: la nuova Transalp del 2019.
Cosa mi ha lasciato un po' dubbioso? Seduta un po' infossata per me, ma sono gusti, si rimedia forse con una sella più alta. Me la aspettavo un po' più leggera, ma forse avevo altre aspettative, e, di conseguenza, la credevo più agile, specialmente all'avantreno.
Il motore? È un 850 con 80cv, va bene così...non manca niente. Anche freni, cambio, trasmissione e frizione mi sono sembrati del tutto OK.
Speriamo che ne vendano tante.

_________________
v85tt & GW1800
Io continuo a comperare le moto che mi piacciono, spero non si rompano.


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 22 mar 2019, 19:33 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 6449
Località: 88 \\ | DC | // 88
ch-zep ha scritto:
L'ho provata brevemente la V85tt: una buona moto globalmente, ne più ne meno. Per me ha dei pregi come la finitura di ottimo livello e un buon equilibrio generale, non le manca niente per essere una 850 (vietato paragonarla a una 1200-1250-1290) da 11900€. Mi spingo a fare un grande complimento: la nuova Transalp del 2019.

Infatti, questo é anche il commento che si legge spesso dai motard tedeschi ed é infatti un gran bel complimento
non so perché Honda non ha più rifatto la Transalp, nonostante varie petizioni in giro d'europa, peraltro mai dotata di cardano

ch-zep ha scritto:
Cosa mi ha lasciato un po' dubbioso? Seduta un po' infossata per me, ma sono gusti, si rimedia forse con una sella più alta. Me la aspettavo un po' più leggera, ma forse avevo altre aspettative, e, di conseguenza, la credevo più agile, specialmente all'avantreno.
Il motore? È un 850 con 80cv, va bene così...non manca niente. Anche freni, cambio, trasmissione e frizione mi sono sembrati del tutto OK.
Speriamo che ne vendano tante.

é una moto ben progettata e costruita, chissà perché non piace a quelli di AG

Brava Guzzi continua così

_________________
Cita:
"In quarantena si é contesi tra paura e meraviglia.
La scelta farà la differenza"

Igor Sibaldi, La Stampa - aprile 2020


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 22 mar 2019, 19:47 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 11131
Località: München - Deutschland
Ecco il mio report. Pronti con le pietre! :help :help :help

PREMESSA

Vengo da una Stelvio sulla quale non mi sono mai fatto problemi di quanto fosse distante la meta. Strada o sterrato (livello facile/medio) per me pari sono. Quindi sono alla ricerca di una moto che replichi in piccolo tali caratteristiche.
Quindi le mie valutazioni riflettono quello che ci vorrei fare io con la moto (trasferimenti autostradali ed esplorazioni della zona Alpi e Prealpi)


PRESA DI CONTATTO

Parcheggio la Stelvio e salgo sulla V85, allontanando infastitido il venditore che cerca di spiegarmi come funziona facendomi perdere tempo prezioso (io so tutto! Ah ah ah!).
Mi immetto sulla statale e (giuro) inizio ad inveire: "ma che caxxo è sto coso?", "ma è uno scherzo o cosa?", "ma che è la moto di topolino?", "ma purca putt..., ma che cavolo di una putt..."
Finito il primo chilometro ho voglia di girare la moto e riportargliela. Non mi ci trovo. E' piccola, ma non è piccola in centimetri, io la sento piccola. La moto è tutta sotto di me, non vedo il cruscotto davanti a me, è la sotto. Il manubrio è basso e sto leggermente ingobbito. Il motore mi sembre quello di uno scooter. Non lo sento.
Penso tra me: "che cesso! è una fottuta moto per anziani, o forse per le donne. Caxxo! Ma è uno scherzo o cosa???"
Quattro km ed arrivo al semaforo che mi immette sull'autobahn, l'inizio del percorso di test che mi ero programmato in test: piccolo tratto di autostrada + parco giochi intorno a Dietramzell + rientro autostrada.
Ho l'umore nero, il muso lungo. "Caxxo, però che freni... mmmh...", "uh! le marce entrano senzano tirare una martellata... uhmmmm... si, gli devo dare atto: su questa motoretta da impediti hanno fatto un bel lavoro di cambio". Tiro la frizione per partire, morbida, morbidissima. "Mmmmmh..."


AUTOSTRADA

Morale a terra, non mi sento la moto. Sono seduto "sopra" la moto, non "dentro la moto". Vado max a 97 kmh mentre mi sorpassano tutti: corriere, camion del cemento, tricicli, bambini col pedalò e scoittali con la diarrea.
Non mi azzardo ad andare più veloce, essendo una moto per anziani non vorrei che si autodistruggesse. Mi sento come l'orso di Marscha sopra al monociclo. 160 km/h? Con questa non mi azzarderei a superare i 30 sulla pista ciclabile. Chissà se faranno anche un parcheggio per v85 acconto a quelli per disabili... potrebbe essere un'idea.


USCITA AUTOSTRADA - AVVICINAMENTO A PARCO GIOCHI

Okay, ecco l'uscita. Devo decidere in fretta: inversione di marcia o continuiamo il giretto? Inclino il capoccione mollemente e pigramente a destra. La moto curva a destra e decide che mi vuole portare a spasso un altro pò.

Arrivo al primo paesino da attraversare, un semaforo, una rotonda, un semaforo... e decido di fare la successiva rotonda in terza marcia. "Però, ce la fa questo specie di scooter. Non si spegne, niente male per il fratello maggiore dello scarabeo..."
Tro-tro-tro, tro-tro-tro... il rumore allo scarico mi piace, non fa casino per niente ed al tempo stesso si fa sentire piacevolmente. Penso: "gliene devo dare atto: questa bicicletta a motore dà soddisfazione in città, sembra quasi una moto vera."
Però non mi convince. Non vedo la moto, quello che ho davanti a me è solo l'asfalto. Il cruscottino è la sotto, in cantina. Per guardarlo i miei occhi devono prendere le chiavi, scendere di sotto, cercare la luce e finalmente lo trovi (se nel frattempo non sei diventato la decalcomania posteriore del camion del latte che viaggia di fronte a te).
Il manubrino è piccolino, un aggeggetto, basso, timido... ho paura di romperlo strizzandolo. Istintivamente cerco il bollino tondo che certifichi l'uso del giocattolo per bambini da 12 anni in su.

Accosto e mi fermo, mi devo raccapezzare. Devo controllare se la moto c'é. Faccio qualche foto per conferma. Rivedo le foto, la pellicola è impressionata e conferma che la moto non è piccola, ma quando ci salgo sopra sparisce.

Immagine

Vebbé, risalgo, facciamo ancora qualche chilometro. Ma piano. Con gli scooter si sa che la ciclistica è quello che è.
Qualche altro metro nella cittadina: "mmmh... però è agila sta' cosa!", "guardaaaaaaa! va dove dico io." e faccio un pò lo scemo zigzagando. Magari in città è una meraviglia.


PARCO GIOCHI

La zona parco giochi è la tipica campagna bavarese, con stradine seerpeggianti e sinuose che saltellano tra un boschetto ed un pratone, un boschetto ed un pratone. Insomma i tipici fottuti scenari idilliaci da fottuta cartolina. Avete presente no?
Solo che qui ci sono esse, curve a gomito, curve ampie, curve in discesa, saliscendi, curve in salita. E l'asfalto è ottimo. Semplicemente Fantastico. L'unica preoccupazione è che vi aspettate che Heidi attraversi da un momento all'altro la strada rincorrendo la capretta.

Mi faccio passare da un GS (vergogna!) ed inizio a snocciolare le marce. "Uh... entrano una meraviglia... uhmmm... forse ha il variatore ed il cambio è finto?".
Piff-paff, a sx, a dx, curvone veloce in appoggio ("azz... è bella piantata"), giù per la discesa che si infila in un bosco buio nonostante siano le 11:00. Curva a gomito a dx improvvisa e giù con i freni (azz!... caxxo che freni! Meglio di un ducati!). La strada risale serpeggiando, metto la terza ed il motore spinge, la moto si arrampica. Si spalanca un drittone.
Punto le chiappe contro il cuscinetto e tiro la quarta marcia fino a 120. Mi scappa un sorriso... (che figata puntare il culo contro quel micro-cuscinetto).
Sto per entrare nel paesino di Vanehfen-vattene-a-pesca a circa 127 kmh. Pinzo l'anteriore e la moto decellera immediatamente. Al cartello di inizio strada urbana sono a 40 kmh. Niente male per una V35 coi freni a tamburo... davvero niente male.
Attraverso la cittadina, altro tratto di divertimento e oso sempre di più. La moto è piantata, stabile. Arrivo troppo veloce ad una curva (semi-panico), pinzo un pochino e la moto non si scompone. La correggo senza sforzo. "Uhmmm... niente male".

Inizio a divertirmi, Adesso inizio a fare sul serio, cerco di usare tutto l'arco motore. Aperture a tutto gas, inchiodate, esse e controesse in velocità. Eccellente. Sulla Stelvio questo è tutto lavoro, è una moto impegnativa. Su questa moto da terza età tutto mi sembra più facile. Anzi, non mi sembra, è tutto più facile.
Ma ecco che vengono fuori le "magagne": c'é sempre un attimo di ritardo nell'acceleratore, più la moto è in tiro e meno si avverte, più usi le marce lunghe e stai giù di giri e più diventa evidente. Allinga e molla, allunga e molla arrivo al vero limite di questa moto.
Rallento ad un incrocio per guardare i cartelli, ridò gas e... niente. Non succede nulla. Il motore entra in una specie di gorgoglio ma la moto non accelera.
Decido di scendere in cantina: 3.000 giri allo strumento.
Mi insospettisco ed inizio a provare in terza, quarta e quinta marcia. Occhio sullo strumento e mano sul gas.
5.000 + gas, la moto riprende,
4.000 + gas, la moto riprende
3.000 + gas, la moto gorgoglia, borbotta ma non ce la fa ad accelerare.
2.700 + gas, ma neanche a parlarne
2.500 + gas, ma neanche a parlarne
etc.

Mi fermo, mi gratto la capoccia e decido: metto la mappa rain per dare più spinta sotto. Riparto e rifaccio i test. Nulla, non cambia assolutamente nulla.
Inutilizzabile sotto i 3.000. Un vuoto assurdo.


OFFROAD FACILE

Arrivo alla mia stradina offroad preferita. Modalità offroad e mi inoltro con circospezione.

Immagine
Immagine
(Foto sopra: raggio di sterzo spettacolare)

Ma quale circospezione, ragazzi! Sembra di guidare una bicicletta! Cazzo che figata ragazzi! Altro che Stelvio, altro che GS, con questa fai quello che ti pare. Peso basso, guida pochissimo impegnativa, motore che borbotta rispettoso dell'ambiente.
Che spasso!
Mi fermo di fronte ad un segheria, provo a fare delle inversioni di marcia. Facilissimo!
Mi metto in piedi ed inizio ad inanellare dei tondi senza mettere il piede a terra. Spettacolo puro. Facilissima!
Non quella specie di elefante della Stelvio!
Vogliamo parlare delle sospensioni? Laddove la Stelvio ti saluta con delle martellate ad ogni buca questa fa degli ovattati bump... bump... Bellissimo! E chi ha bisogno delle Öhlins?
Il sorriso si allarga, questa moto è trooooooooppo facile in off! Raggiungo il settimo cielo delle mie aspettative alpine.
Certo il manubrio va smontato e buttato nel cesso, al suo posto ci vuole un rialzato serio ed un pelino più largo. Però... facile facile facile.
Mi infervoro ed inizio a trotterellare di buon passo. Ma ad un certo punto... strada bloccata dalla neve (azz! nei sottobosco c'é ancora la neve!).

Immagine

Laddove invertire la marcia sarebbe stata un'impresa con la Stelviona qua riesco a fare tutto con poche manovre e qualche spinta tuto sommato modesta. Facile facile facile. Con la Stelvio devi invece stare attento, rischi di farti male.

Sono contento, ritorno su strada e faccio qualche altro chilometro direzione. Adesso inizio a vedere questa specie di bicicletta col motore a V ausiliario con occhi diversi.
Si può osare, è piantata. Purtroppo il motore ad un certo punto (sui 7.000) "mura", laddove con la Stelvio sei in zona nirvana. Devi cambiare marcia.


AUTOSTRADA

Faccio il curvone d'accesso all'autostrada tutto in appoggio, tutto mi viene facile. Mi immetto e dò gas. Non ottengo l'accelerazione della Stelvio, ma si può sopravvivere.
Mi piazzo a 130-140 e penso "uhmmm, questo unghione però non è male, protegge bene". Il casco non mi sballottola di qua e di là. Ottimo.
Però sento le vibrazioni, provo vari regimi, niente da fare. Ci sono. Piccole e di alta frequenza, ma ci sono. Mmmmmh...
Non so quanto possano dare fastidio, sono al manubrio ed un pò sulle pedane in 5a marcia a 130-140 kmh costanti. Più che altro è un formicolio costante, non so quanto possa essere sopportabile sui lunghi tragitti.

Mi ricordo del cruise-control, decido di provarlo. Lo attivo, colpettino di pulsante e.... voilaaaaaa! La moto va da sola. Figata pazzesca! Che figata pazzesca! Posso riposare la mano destra, mi aggiusto il borsello, mi infilo l'indice nel naso con tutti i guanti. Fichissimo!
Si trotta e si va sull'autostrada, zero impegno. MI piace.

Niente male questa v85, ma chi ha detto che è una moto per settantenni rincoglioniti? :asd:

Immagine


RIENTRO AL CONCE

Arrivo, mi tolgo il casco ed il conce mi viene incontro: "allora?"
Io: "E' una bicicletta! Facile facile! E' un giocattolone!"
Lui sorride sotto i baffi, compiaciuto.
"Solo che..."
"Che cosa?"
"Il motore in bas..."
"L'hai notato anche tu, vero?" (ed allarga le braccia)
"Però bella, divertente e facile! Mi è piaciuta un sacco"


VERDETTO FINALE

La comprerei?
Finche non si sistemano quell'osceno buco sotto i 3.000 (o fino a quando non esce un aggeggio, una mappa un qualcosa aftermarket)................. no.
Al conce gli ho detto che ci devo pensare. Ci sono delle modifiche da fare: il manubrio da cambiare, le pedane sono troppo alte, ci devo trovare una carenatura. E senza la modifica al motore diciamo che col muro agli alti posso convivere senza problemi, ma col buco ai bassi no.
Però ragazzi, che spasso guidare la v85 in città ed in off. Agile agile agile. Per il resto è solida e ben piantata.
Appena sistemano il motore sarà mia. A me 80 cv bastano ed avanzano. Dovrei solo vedere meglio la storia delle vibrazioni. Ma col cruise-control puoi staccare la mano e farla riposare in caso di formicolio. Per le pedane basta un buono stivale con un minimo di gomma e non si sente niente.

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


Ultima modifica di frenostanco il 22 mar 2019, 22:08, modificato 1 volta in totale.

 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 22 mar 2019, 19:59 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 11131
Località: München - Deutschland
Per me (e solo per me) ecco quello che non mi è piaciuto e quello che mi ha gasato.

CONTRO :mattoni

1. buco sotto i 3.000 giri.
2. TFT: piccolo e posizionato troppo in basso. Praticamente come se non ci fosse alcuno strumento per quanto mi riguarda
3. TFT: Anche focalizzando lo sguardo non riuscivo a cogliere immediatamente i giri, piccolo e di non immediata lettura. Ci ho rinunciato
4. switch frecce di direzione scomodo da azionare. Bisogna fare dei contorsionismi col pollice per disattivare la frecca. Scomodissimo.
5. vibrazioni ad alta frequenza sul manubrio. Non ho controllato se ci sono dei contrappesi alle estremità.
6. leva frizione distante, troppo distante. Scomoda. Anche il conce non è riuscito a regolarla meglio. E' un problema da risolvere con qualcosa aftermarket.
7. TFT: assenza temperatura motore
8. TFT: l'indicazione della marcia sparisce completamente azionando la frizione (incomprensibile)

PRO :rock

1. freni potenti
2. suono allo scarico eccellente senza essere fracassone (me ne sono innamorato)
3. silenziosità generale delle punterie (mi aspettavo un concerto di tac-tac-tac ma mi hanno fregato)
4. sospensioni eccellenti
5. stabilità ad alta velocità e precisione delle traiettorie
6. agilità, agilità ed agilità (un piacere guidare in città, off, e su percorsi misti)
7. TFT: un piacere navigare nei menù di configurazione. Facile facile.
8. cruise-control. Con un tac si attiva, tac-in-alto/tac-in-basso si alza/abbassa la velocità a passi di 2 kmh. Impagabile comodità.

8-)

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 22 mar 2019, 21:02 
Avatar utente
Utente -> Connesso

Messaggi: 10737
Località: Terra Sabina
Non potrebbe essere che quell' esemplare non è perfettamenteca punto?
Fra tanti un 1% ci può stare, no?

_________________
"40 Molinari, 40 porchettari e 40 osti, so 120 ladri giusti giusti".
"Se il vino non lo reggi, l' uva mangiala a chicchi"
3tre1quattro0042sessanta, mai ore pasti.


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 22 mar 2019, 21:19 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 532
Località: Parma
Per quanto riguarda il TFT basso è forse un problema di altezza del pilota: per me (172 cm) va bene.
Il buco sotto i tremila io non l'ho notato: ho aperto tutto a ca 2000 giri, in sesta, e riprende bene e regolare senza difficoltà.
Vibrazioni ne ho sentite poche a tutti i regimi, e la moto non aveva più di 400 km.
Certo il comfort della Stelvio è superiore, ma per i miei percorsi attuali preferisco la maneggevolezza della 85.
Sui freni non c'è paragone: sulla St. ho rettificato i dischi Grimeca, messo i dischi Brembo, cambiate le pastiglie ma, con le frenate decise, vibrava sempre.

_________________
Hostis turbetur quia Parmam Virgo tuetur.

Stornello Scrambler, Honda CB 450 SC, MG 65 GT, Honda NTV 650, Breva 750, Breva 1100, Stelvio NTX 09, Stelvio 2011 8V, V85TT.


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 22 mar 2019, 22:11 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 11131
Località: München - Deutschland
Può essere che il buco fosse solo sull'esemplare che ho provato. Boh!
Però ho letto il parere di un altro crucco (conce e moto diversa), ed anche lui lamentava lo stesso identico problema. Ariboh! Non ci capisco niente.
Che poi sulle recensioni dei giornalisti non ho trovato traccia di questo.
Solo l'inglesino di MCN ha riportato le vibrazioni al manubrio che ho notato io, e che possono (forse) dare fastidio sulle lunghe percorrenze.

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 22 mar 2019, 23:23 
Avatar utente
Utente -> Connesso

Messaggi: 375
Località: Bologna
Mah, dal canto mio ho trovato un erogazione esemplare...fluida e regolare ai bassi e sostenuta ai medi....io della Stelvio ricordo che ai bassi scalciava e comunque non è che avesse tutta questa cavalleria....credo che il rapporto peso/potenza premi addirittura la V85.
Poi di sicuro non le si può chiedere il tiro dei motori più performanti, ma se dovessi fare un confronto anche con il Supertenere 1200, non penso che la differenza risulterebbe poi così ecclatante.
Vibrazioni fastidiose poi non ne ho rilevate...ed io sono molto attento a questo argomento...poi ci sta che ognuno abbia sensibilità diverse!

_________________
Cit. "...se non ti senti fico alla guida della V85TT, probabilmente non lo sei..."


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 22 mar 2019, 23:45 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 6449
Località: 88 \\ | DC | // 88
frenostanco ha scritto:
Può essere che il buco fosse solo sull'esemplare che ho provato. Boh!
Però ho letto il parere di un altro crucco (conce e moto diversa), ed anche lui lamentava lo stesso identico problema. Ariboh! Non ci capisco niente.
Che poi sulle recensioni dei giornalisti non ho trovato traccia di questo.
Solo l'inglesino di MCN ha riportato le vibrazioni al manubrio che ho notato io, e che possono (forse) dare fastidio sulle lunghe percorrenze.

cax sei riuscito a trovare il pelo nell'uovo, dove nessuno ancora era riuscito tra le prove italiane/francesi/tedesche sinora viste, mah.. :confused

sinceramente penso che uno dei pochi difetti, sia solo il TFT

_________________
Cita:
"In quarantena si é contesi tra paura e meraviglia.
La scelta farà la differenza"

Igor Sibaldi, La Stampa - aprile 2020


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 23 mar 2019, 0:23 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 89
Località: civitavecchia
lkho provata anche io oggi, non posso che confrmare le buone impressioni di cui hanno scritto in tanti. Il motore gira fluido sotto i 3000 poi inizia frullare e spinge bene, la protezione dall’aria del cupolino è scarsa ma quello alto optional ha anche delle appendici in basso che dovrebbero deviare l’aria anche dal corpo. la mot è leggera e facilissima, agile, ha un raggio di sterzo da far invidia a uno scooter, la prima cosa che ho pensato è stata che è come se qualcuno avesse preso la honda cb500x che guida mia moglie (facile agile leggera e dall’erogazione lineare in basso e che prende carattere in alto) e ci avessero montato un motore della v7 pompato e con 2000 giri di allungo in più. mi è piaciuta

paragonarla alla stelvio? estremizzando potrei dire che

se la v85 è una gazzella la stelvio è un mulo
se la v85 è leggera la stelvio è una roccia (nel senso buono del termine)
se la v85 è una bicicletta (nel senso buono del termine) la stelvio è una poltrona
se il motore della stelvio ti fa sentire le pistonate la il motore della v85 é un frullino

ho trovato la tt una validissima concorrente delle varie tracer 700, vstrom 650, versys 650, gs 750 ecc anche se più cara.

nota dolente, mentre parcheggiavo la moto di ritorno dal mio giro si è accesa la spia di avaria motore, riaccesa la moto due minuti dopo col ragazzo del concessionario l’avaria non era più segnalata.

_________________
RIDING is life, anything before and after is just waiting


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 23 mar 2019, 10:44 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 11131
Località: München - Deutschland
Il paragone gazzella-mulo di Santuz mi trova concorde. Veramente svelta e agile la V85. Chi viene da una maxi-ADV deve resettare il cervello prima di provarla, altrimenti rischia di non capirla.

@mototopo
quello che scrivi mi convince sempre di più che il difetto fosse solo nell'esemplare in prova che mi hanno dato. Al mio amico hanno confermato la consegna ai primi di aprile, magari potrò fare una prova con la sua (se si fida!).

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 23 mar 2019, 10:58 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 11131
Località: München - Deutschland
guzzienduromassimo ha scritto:
io intanto oggi ho ordinato la V85 e conto di portarla in Islanda.

:77
Per me la AT è la moto giusta per te. Però effettivamente la V85 è molto meno impegnativa, e può risultare più divertente da condurre quando te ne vai in giro con il naso pizzato all'insù.

Non so tu, ma io ci farei prima di subito due modifiche prima di accenderla:

1. pedane ribassate (mi trovavo le gamble un pò troppo angolate per i mie gusti)
2. nuovo manubrio, magari rubato da un aftermarket KTM. (Quello di serie è assolutamente troppo basso per me, stavo leggermente ingobbito. Bisogna alzarlo minimo di 6 cm, IMO)

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 23 mar 2019, 20:28 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 103
Località: Lorraine France
guzzienduromassimo ha scritto:
io intanto oggi ho ordinato la V85 e conto di portarla in Islanda.


Complimenti :bravo

_________________
V85TT


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 23 mar 2019, 20:35 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 11131
Località: München - Deutschland
guzzienduromassimo ha scritto:
io intanto oggi ho ordinato la V85 e conto di portarla in Islanda.

Cosa non si fa, pur di portare la moto da uno bravo.

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 23 mar 2019, 21:33 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 1485
Località: Alessandria
Freno, condensando molto la tua esaustiva e colorita recensione, si può dire che hai scoperto che effetto fanno 50-60 kg in meno sulla moto! ;-)

_________________
Gabor
"Mettete Scott a capo di una spedizione scientifica, Amundsen per un raid rapido ed efficace. Ma quando siete nelle avversità e non intravedete via d’uscita, inginocchiatevi e pregate Dio che vi mandi Shackleton" R. Priestley


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 23 mar 2019, 23:19 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 11131
Località: München - Deutschland
AH ah ah!
Può darsi, però "l'effetto variatore scooter" è una chicca.
Detto intra-nos, non so che motori attendermi quando entrerà in vigore l'euro 5. Sarà tutta roba tipo prot prot prot... brim brim brim... ah ah ah!

_________________
http://www.gimpogarage.de/
Stelvio 4V - Luglio 2010
Economia reale contro fanta-finanza: sei più ricco con due uova a 6 euro o con dodici uova a 1 euro? (rileggere più volte se necessario)


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 23 mar 2019, 23:57 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 6449
Località: 88 \\ | DC | // 88
guzzienduromassimo ha scritto:
io intanto oggi ho ordinato la V85 e conto di portarla in Islanda.

di che colore e con quali optional l'hai ordinata?

_________________
Cita:
"In quarantena si é contesi tra paura e meraviglia.
La scelta farà la differenza"

Igor Sibaldi, La Stampa - aprile 2020


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 24 mar 2019, 0:01 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 15652
Località: montecosaro scalo
Colore bicolore a caso sella alta cupolino valige borsa serbatoio hollins paracilindri centrale

_________________
l'importante e' andare in moto
Islandainmoto.it


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 24 mar 2019, 17:36 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 2654
Località: Polverigi AN
guzzienduromassimo ha scritto:
io intanto oggi ho ordinato la V85 e conto di portarla in Islanda.

complimenti Max!

_________________
Ciao, Renzo.


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 24 mar 2019, 23:54 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 3757
Località: Ancona
Complimenti!...e la AT?

_________________
Aprilia Tuareg wind 125, Gilera RC 600, Honda Transalp 650, Moto Guzzi Stelvio bianca '10, Moto Guzzi Stelvio NTX rosso lava '15 affiancata da una Royal Enfield Himalayan black!


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 25 mar 2019, 0:17 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 15652
Località: montecosaro scalo
Il destino della at non è ancora deciso. Avrei una,mezza idea di una swm superdualx..

_________________
l'importante e' andare in moto
Islandainmoto.it


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 25 mar 2019, 0:30 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 3757
Località: Ancona
Moto che intriga lva molto anche me...ma io ho optato per l indiana...la swm era fuori budget ...

_________________
Aprilia Tuareg wind 125, Gilera RC 600, Honda Transalp 650, Moto Guzzi Stelvio bianca '10, Moto Guzzi Stelvio NTX rosso lava '15 affiancata da una Royal Enfield Himalayan black!


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Nome V85
MessaggioInviato: 25 mar 2019, 9:54 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 7423
Località: Lecco
Gabor ha scritto:
Freno, condensando molto la tua esaustiva e colorita recensione, si può dire che hai scoperto che effetto fanno 50-60 kg in meno sulla moto! ;-)

Esatto. :smoke01

_________________
Stelvioblack

Non ci piace pensarlo, ma ognuno di noi ha un tempo limitato che gli resta da vivere - e utilizzare al meglio quel tempo è una forma di rispetto verso se stessi e verso gli altri. Anzi un dovere.


 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento Vai alla pagina Precedente  1 ... 89, 90, 91, 92, 93, 94, 95 ... 102  Prossimo

Argomenti attiviMessaggi non lettiMessaggi recentiI tuoi messaggi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron
Traduzione Italiana phpBB.it FORUM by BENCIO Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group