Argomenti attiviMessaggi non lettiMessaggi recentiI tuoi messaggi
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 42 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 21 apr 2020, 12:25 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 24
Esatto , provate ad abbassare il cavalletto laterale,
Io ogni volta lo abbasso tramite il ferro sagomato che è stato messo a protezione dello scarico ,mi risulta difficile abbassare il cavalletto tramite il perno tradizionale, dunque lo toglierei e utilizzerei il ferro sagomato con doppio uso , abbassare il cavalletto e proteggere lo scarico.


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 21 apr 2020, 12:27 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 15183
Località: montecosaro scalo
a me alle volte si incastrava il piede su quella staffa...quindi diciamo che li si potrebbe fare di meglio.

_________________
l'importante e' andare in moto
Islandainmoto.it


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 21 apr 2020, 16:47 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 40
Località: Bitetto Bari
complimenti britten34 interessante recensione .
bino da bitetto


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 22 apr 2020, 17:43 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 188
Località: Matera
britten34 ha scritto:
Oggi è un'anno con la V85TT , 54800 e passa chilometri ,gli ultimi 2 mesi come logico pensare ferma in garage
Viaggi ne ho fatto diversi , Caponord , Andalusia , Russia i più importanti e dunque posso tirare le somme.
Premetto che non esiste la moto perfetta e che nessuna è esente da difetti.
La moto è come mi aspettavo ottima per viaggiare , ottima capacità di carico , ciclistica al passo delle altre.
L'erogazione del motore con i suoi 80 cavalli mi permette di superare tranquillamente i 20000 km con i semi tassellati.
Ho il cupolino alto e per come vivo io la moto , mi piace sentire l'aria , va più che bene.
Vedo in internet diversi che con scarico , Y , filtri aria e bypass sensori cercano di dare più potenza o vivacità al motore , onestamente io ho messo lo scarico in titanio Guzzi solo perché pesa meno , per come sono fatto io mi va benissimo come funziona adesso , resto in gruppo con i miei amici come ci restavo anche con la moto di prima se voglio più potenza cerco un'altra moto.
Unico inconveniente la perdita di 2 viti che fissano il paramotore di alluminio .
Modifiche apportate alla moto in quest'anno sono state i parasteli e il proteggi mono per evitare che il sale in inverno mi rovini i paraolio. Ho aggiunto i coperchi alle serrature delle borse in alluminio perché sempre quest'inverno in Russia tutto lo sporco che la ruota posteriore ha alzato mi ha bloccato le serrature , non è carino che in dogana ti chiedono di aprire le borse e non ci riesci e lo svitol e dentro le borse...
Anche la serratura della sella si è completamente bloccata ma li faccio fatica a mettere il tappo visto lo spazio che c'è , ho in mente di aggiungere un parafango posteriore tipo gs che il concessionario mi dice in Guzzi lo stiano già facendo per obbligo di omologazione in altri paesi , questo penso risolva anche il fatto che anche se non piove ma la strada è bagnata mi si bagna l'interno dei piedi e delle cosce.
I prossimi step per la mia moto saranno la modifica tubeless e metto il kit valvole per visualizzare la pressione delle gomme.
Cosa migliorerei nella moto? Farei in modo di fare il pieno più velocemente , vorrei la possibilità di modificare la luminosità del cruscotto in marcia e non da fermo , eliminerei il perno per abbassare il cavalletto perché in un'anno ho sempre usato il ferro sagomato proteggi scarico , vorrei una chiave unica per accensione e bauletti visto che se ne tengo 2 nel portachiavi rischio di strisciare il serbatoio , migliorerei il cablaggio del regolatore di tensione perché ho provato a simulare il cambio ma veramente i connettori sono abbastanza inaccessibili dovrebbe essere più facile visto che è un componente soggetto a rottura , non ho ancora provato a cambiare lo statore , spero che il carter si tolga senza smontare il motore , con il bmw 800 che avevo prima il cambio regolatore e statore era questione di 15 minuti anche a bordo strada , lo so non si rompono spesso ma il bmw più o meno ogni 75000 km , migliorerei il parafango davanti perché viaggiando con strade sporche e bagnate nella visiera del mio casco appaiono gocce di sporco che arrivano dalla ruota anteriore sono alto 1,86 cm , la vorrei con le camere d'aria anche se questo lo farò a breve , vorrei che il vano sottosella fosse più protetto , la vorrei con più luce a terra perché d'estate in piega tocco le pedane , vorrei che il parziale del contachilometri non si fermasse a 1000 km e quando vado a vedere riparte da 0 vorrei che continuasse a incrementare per vedere quanti chilometri totali faccio in un viaggio , vorrei pneumatici di codice inferiore a libretto per poter circolare con le tassellate in regola con il codice della strada e metterei un gancio sottosella per i caschi.
Tutto sommato sono cose con qui posso convivere e confermano l'acquisto e la sensazione di comprare la moto che andava bene a me.


Britten34, che consumi di olio motore hai avuto?

_________________
Roberto

A piedi cammino, in macchina viaggio, in moto sogno


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 22 apr 2020, 23:56 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 24
Come consumi di olio dipende molto da come uso la moto.
Diciamo che passo da 100 ml a massimo 300 ml per 10000km


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 23 apr 2020, 6:54 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 15183
Località: montecosaro scalo
Esattamente come ho riscontrato io. Comunque un consumo del tutto normale.

_________________
l'importante e' andare in moto
Islandainmoto.it


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 23 apr 2020, 9:56 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 188
Località: Matera
Consumi accettabili, direi.
Grazie per l'info

_________________
Roberto

A piedi cammino, in macchina viaggio, in moto sogno


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 23 apr 2020, 11:34 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 15183
Località: montecosaro scalo
Come ho scritto allora ribadisco.
tante volte dietro un motore che consuma zero olio c'e' molto altro.
la stelvio per esempio sembra consumare zero olio ma in verita' l'olio si inquina molto con gli idrocarburi e infatti al cambi risulta molto diluito, cioe' un po' di olio si consuma ma viene aumentato il volume con residui della benzina e questo vale per tanti altri motori.
nessun motore puo' consumare zero olio e' impossibile quando questo avviene vuol dire che magari ne mangia poco, ma c'e' sempre una percentuale di contaminazione.
un consumo di 2\300 gr ogni 10.000 km e' del tutto normale e potrebbe anche essere indice di un motore che dura di piu' di uno che consuma zero olio.
addirittura nei diesel con fap per un certo periodo c'e' stato un problema inverso cioe' che il livello olio saliva..e poteva mandare in autocombustione il motore perche' durante le prime versioni di procedura di rigenerazione del fap molto gasolio o meglio una mistura di gasolio e altro finiva nell'olio..
se il livello superava una certa soglia quando spegnevi il motore lui non si spegneva...e poi saliva al massimo dei giri fino alla fusione del motore.

_________________
l'importante e' andare in moto
Islandainmoto.it


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 12 lug 2020, 20:57 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 40
Località: Bitetto Bari
buonasera sono alla soglia dei 10000 km.,(9400), ho contattato il mio concessionario anticipandogli che ho notato che la moto picchia in testa al cilindro sinistro,mi ha risposto che al tagliando farà la regolazione delle valvole, e capitato a voi altri .
premesso faccio benzina a distributori diversi, dove capita.
grazie


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 12 lug 2020, 21:00 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 40
Località: Bitetto Bari
buonasera sono alla soglia dei 10000 km.,(9400), ho contattato il mio concessionario anticipandogli che ho notato che la moto picchia in testa al cilindro sinistro,mi ha risposto che al tagliando farà la regolazione delle valvole, e capitato a voi altri .
premesso faccio benzina a distributori diversi, dove capita.
grazie


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 12 lug 2020, 21:01 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 40
Località: Bitetto Bari
scusate non volevo due volte


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 12 lug 2020, 22:01 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 9483
Località: chiasso-svizzera
La mia ha poco più di 4000km, nessun rumore di valvole, non picchia in testa, non consuma olio, il cambio (lento ma preciso) non si impunta, ...insomma va bene.

_________________
v85tt
Io continuo a comperare le moto che mi piacciono, spero non si rompano.


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 12 lug 2020, 22:47 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 84
Località: Brianza
Sfrutto questo topic per riportare le mie prime impressioni dopo i 250 km fatti oggi...

Partiamo dall'inizio: poichè oggi veniva mia moglie con me ho regolato il mono come da libretto; con l'apposita chiave c'è voluto veramente un secondo contando le tacche sulla ghiera (unica pecca non era presente il cacciavite per la regolazione del ritorno nella custodia). La vostra cos'ha in dotazione come attrezzi?

Salgo in sella e la sento subito leggerissima (ricordo che le mie precedenti moto sono state la Griso 2V e la California 1400 Custom); sono stupito dal confort generale: sella comoda (anche per il passeggero a detta di mia moglie), ergonomia di braccia e gambe azzeccatissima (sono 1,70), le sconnessioni del fondo neppure le sentivo (sulle precedenti cavalcature prendevamo di quelle botte nei buchi più pronunciati);

Partiamo e dopo il primo tratto di strada statale dove apprezzo l'ottimo cruise control mi trovo piacevolmente sorpreseo quando, causa file e incolonnamenti, mi tocca trotterellare lentamente tra le auto: il motore a bassi giri è dolce e non strappa, la frizione di burro poi rende piacevoli le cambiate...

Ma la vera sorpresa arriva quando la strada inizia a diventare tortuosa: che ciclistica! Mi trovo a tenere un passo allegro senza neppure accorgermene, in diverse curve curvava talmente tanto che inconsciamente chiudevo troppo la traiettoria (forse abituato a dover forzare maggiormente con le moto di prima)...

Avevo un po' paura di ritrovarmi con un mezzo un po' fiacco (anche sentendo i vari commenti in rete) ma invece, tenendo la marcai giusta va via che è una bellezza! Effettivamente non è il classico motore Guzzi dove, anche a bassissimi giri la coppia ti porta fuori dalle curve; se si vuole avere il meglio bisogna tenerlo, a mio parere, un 1.500 giri più su di quanto non si era abituati con le Guzzi "vecchia scuola"...volendo devo dire che riprende bene anche sottocoppia salendo lineare e senza tentennamenti ma, se davvero lo si vuole far girare bene, bisogna resettarsi un secondo sulla nuova erogazione; una volta capita però è uno spettacolo e tenete presente che non ho superato i 5.500 giri in quanto sono in pieno rodaggio!

Reparto freni: per il mio stile di guida rotondo devo dire che sono perfetti; un paio di volte arrivando un po' allegro ho dovuto pinzare maggiormente e ammetto che si sono comportati bene, forse gli manca un pizzico di cattiveria ma gli spazi di arresto sono ben proporzionati; inoltre non si scompone nemmeno un po'..il cardano è come non averlo: morbido, silenzioso, preciso...

Gomme (michelin anakee) le ho trovate molto prestanti, infondono fiducia e non ho sentito nessuna risonanza lamentata da diversi utenti...

Consumi ottimi: non ho verificato a fine giro ma a circa tre quarti della giornata stavo comodamente sui 24 km/l e l'autonomia residua me ne dava ancora diverse centinaia di km di divertimento...

Ah, il display digitale, l'ho trovato perfetto: chiaro, ben leggibile, con tante informazioni, senza controluce strani...

Personalmente ho trovato un po' scomodo avere il tasto del menù sulla DX, complicato da azionare con l'acceleratore in mano ma niente di trascendentale...sarà solo abitudine.

Sono arrivato a casa che non ero per nulla stanco, anzi avrei fatto volentieri altri km (cose che non mi capitava con le precedenti moto)...

Con noi c'era un amico con una bellissima Triumph speed triple...quando poi ci siamo salutati mi ha mandato un SMS dicendomi che oggi ha vista tutto il girono la V85 e, ammette, che è veramente bella! Che soddisfazioni!

Sono proprio contento dell'acquisto fatto! :voto :voto :voto

Immagine

_________________
Scorrere, non correre.
→ ex-Fantic Caballero RC
→ ex-Moto Guzzi Griso 1100
→ ex-Moto Guzzi California 1400 Custom
→ Moto Guzzi V85 TT

:v85tt :v85tt :v85tt :v85tt :v85tt


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 13 lug 2020, 9:16 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 966
Località: Abruzzese a Milano
Triskell ha scritto:
Sfrutto questo topic per riportare le mie prime impressioni dopo i 250 km fatti oggi...

Partiamo dall'inizio: poichè oggi veniva mia moglie con me ho regolato il mono come da libretto; con l'apposita chiave c'è voluto veramente un secondo contando le tacche sulla ghiera (unica pecca non era presente il cacciavite per la regolazione del ritorno nella custodia). La vostra cos'ha in dotazione come attrezzi?

Salgo in sella e la sento subito leggerissima (ricordo che le mie precedenti moto sono state la Griso 2V e la California 1400 Custom); sono stupito dal confort generale: sella comoda (anche per il passeggero a detta di mia moglie), ergonomia di braccia e gambe azzeccatissima (sono 1,70), le sconnessioni del fondo neppure le sentivo (sulle precedenti cavalcature prendevamo di quelle botte nei buchi più pronunciati);

Partiamo e dopo il primo tratto di strada statale dove apprezzo l'ottimo cruise control mi trovo piacevolmente sorpreseo quando, causa file e incolonnamenti, mi tocca trotterellare lentamente tra le auto: il motore a bassi giri è dolce e non strappa, la frizione di burro poi rende piacevoli le cambiate...

Ma la vera sorpresa arriva quando la strada inizia a diventare tortuosa: che ciclistica! Mi trovo a tenere un passo allegro senza neppure accorgermene, in diverse curve curvava talmente tanto che inconsciamente chiudevo troppo la traiettoria (forse abituato a dover forzare maggiormente con le moto di prima)...

Avevo un po' paura di ritrovarmi con un mezzo un po' fiacco (anche sentendo i vari commenti in rete) ma invece, tenendo la marcai giusta va via che è una bellezza! Effettivamente non è il classico motore Guzzi dove, anche a bassissimi giri la coppia ti porta fuori dalle curve; se si vuole avere il meglio bisogna tenerlo, a mio parere, un 1.500 giri più su di quanto non si era abituati con le Guzzi "vecchia scuola"...volendo devo dire che riprende bene anche sottocoppia salendo lineare e senza tentennamenti ma, se davvero lo si vuole far girare bene, bisogna resettarsi un secondo sulla nuova erogazione; una volta capita però è uno spettacolo e tenete presente che non ho superato i 5.500 giri in quanto sono in pieno rodaggio!

Reparto freni: per il mio stile di guida rotondo devo dire che sono perfetti; un paio di volte arrivando un po' allegro ho dovuto pinzare maggiormente e ammetto che si sono comportati bene, forse gli manca un pizzico di cattiveria ma gli spazi di arresto sono ben proporzionati; inoltre non si scompone nemmeno un po'..il cardano è come non averlo: morbido, silenzioso, preciso...

Gomme (michelin anakee) le ho trovate molto prestanti, infondono fiducia e non ho sentito nessuna risonanza lamentata da diversi utenti...

Consumi ottimi: non ho verificato a fine giro ma a circa tre quarti della giornata stavo comodamente sui 24 km/l e l'autonomia residua me ne dava ancora diverse centinaia di km di divertimento...

Ah, il display digitale, l'ho trovato perfetto: chiaro, ben leggibile, con tante informazioni, senza controluce strani...

Personalmente ho trovato un po' scomodo avere il tasto del menù sulla DX, complicato da azionare con l'acceleratore in mano ma niente di trascendentale...sarà solo abitudine.

Sono arrivato a casa che non ero per nulla stanco, anzi avrei fatto volentieri altri km (cose che non mi capitava con le precedenti moto)...

Con noi c'era un amico con una bellissima Triumph speed triple...quando poi ci siamo salutati mi ha mandato un SMS dicendomi che oggi ha vista tutto il girono la V85 e, ammette, che è veramente bella! Che soddisfazioni!

Sono proprio contento dell'acquisto fatto! :voto :voto :voto

Immagine


...direi che il San Marco è un buon test di maneggevolezza..

_________________
Giumbolo è in giro: il mio blog http://giumbolorossonero.blogspot.it


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 13 lug 2020, 12:57 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 7382
Località: Lecco
giumbolorossonero ha scritto:
...direi che il San Marco è un buon test di maneggevolezza..

Se poi salendo da Morbegno fai una sosta al KM 4 (Agriturismo Ortesida) è il giro perfetto. : Thumbup :

_________________
Stelvioblack

Non ci piace pensarlo, ma ognuno di noi ha un tempo limitato che gli resta da vivere - e utilizzare al meglio quel tempo è una forma di rispetto verso se stessi e verso gli altri. Anzi un dovere.


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 13 lug 2020, 16:04 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 966
Località: Abruzzese a Milano
Stelvioblack ha scritto:
giumbolorossonero ha scritto:
...direi che il San Marco è un buon test di maneggevolezza..

Se poi salendo da Morbegno fai una sosta al KM 4 (Agriturismo Ortesida) è il giro perfetto. : Thumbup :


Taaaaac. Rob, in effetti ne sappiamo qualcosa ;)

_________________
Giumbolo è in giro: il mio blog http://giumbolorossonero.blogspot.it


 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Breve recensione V85TT
MessaggioInviato: 21 lug 2020, 12:15 
Avatar utente
Utente -> Non connesso

Messaggi: 24
Ritirata giovedì scorso dal tagliando , posso confermare , come avevo letto , che è stata aggiornata la centralina e dà una risposta ai bassi più reattiva rispetto a prima.


 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento Vai alla pagina Precedente  1, 2

Argomenti attiviMessaggi non lettiMessaggi recentiI tuoi messaggi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Traduzione Italiana phpBB.it FORUM by BENCIO Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group